Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
 
Un'antica dimora, una grande mostra:
“IMPRESSIONISTI SEGRETI” A PALAZZO BONAPARTE
 
 
Con i suoi tre secoli di storia e il suo splendido affaccio su Piazza Venezia, Palazzo Bonaparte è una testimonianza centrale della storia della città. Dopo l’avvicendamento di varie famiglie romane, nel 1818 fu acquistato da Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone. La donna amava a tal punto questo prezioso gioiello barocco che decise di viverci fino al sopraggiungere della morte, nel 1836. Fu proprio lei a volere il famoso balconcino verde, dal quale amava osservare la vita cittadina. La visita si snoda tra le stanze del piano nobile in un susseguirsi di marmi intarsiati, bassorilievi, festoni e cornucopie, ma comprende anche, nella stanza da letto di Madame Mère, il Trionfo di Giove e uno dei caminetti in marmo disegnati da Canova. Dal 1972 il palazzo è parte del patrimonio immobiliare di Assicurazioni Generali e ora, dopo il restauro iniziato nel 2017, è pronto ad accogliere la raffinata mostra che aprirà la nuova stagione espositiva di Palazzo Bonaparte con opere raramente esposte dei maggiori esponenti del movimento: Monet, Renoir, Gauguin, Pissarro, Cézanne, Sisley… 
 
 
Appuntamento: ore 10,00 in Piazza Venezia 5
 
 
VISITA DEL 27/1/20: la prenotazione, comunicata a partire dal 2/1/2020, sarà ritenuta effettiva esclusivamente con il versamento della quota complessiva di € 15,00 sul c/c bancario dell’Associazione entro il termine ultimo del 13/1/2020 (Attenzione! Non effettuare alcun bonifico bancario prima del 2 gennaio 2020).
VISITA DEL 3/2/20: la prenotazione, comunicata a partire dal 2/1/2020, sarà ritenuta effettiva esclusivamente con il versamento della quota complessiva di € 15,00 sul c/c bancario dell’Associazione entro il termine ultimo del 20/1/2020 (Attenzione! Non effettuare alcun bonifico bancario prima del 2 gennaio 2020).
 
 
A cura della dott.ssa Ivana Corsetti
 
 
Per avere informazioni sulla prenotazione ed i pagamenti, clicca il seguente collegamento (è necessario accedere con il proprio nome utente e relativa password):